Tra il grigiore di questa scatola
riecheggiano i motori,
cinghie e pulegge, frizioni e rotazioni.
L’aria compressa sbuffa
tutti i suoi malumori
e le mosce a terra sotto le ventole dell’areazione
sono le mie vedove al cimitero.
Le chiavi inglesi titillano agganciate ai pantaloni
il portone sbatte al passaggio dell’ultima paga
e le scintille del flessibile sembrano fuochi d’artificio.
Ma non è serata di festa.
Se cerchi tenerezza in una poesia uscita
da questo indirizzo
sappi che qui troverai soltanto
la confidenza dell’abitudine;
se cerchi me all’uscita
con una rosa in mano
prima guarda bene in fondo al reparto
dove uno scarpone scivola
sugli insetti che più non parlano.

*gli infortuni sul lavoro denunciati nei primi 10 mesi del 2019

rsk