Moltitudini

mi circondano come se fossero biosfera 

chimiche abitudini

pronte a inquinare il vagito della sera.

Mi lava soltanto il pianto

e non è un lamento

è semmai il bellissimo canto

se penso alle tue calzette che sgambettano in centro

tra il nero della gente

controcorrente

tra le loro offese

intanto che io vagabondo per una Milano

che mi mostra tutto il suo fascino.

E qui

vorrei essere solo in mezzo alla marea

ma come ogni cifra

faccio parte di un insieme inesauribile.

video